Categoria: Didattica

L’Apprendimento circolare

Di giuseppe perpiglia 19 Ottobre 2020 0

Il learning circle o apprendimento circolare, noto anche come apprendimento esperienziale, è un metodo che nella sua forma più semplice si basa su due fasi che si ripetono a spirale: l’esperienza e la riflessione. Partire dalle esperienze dei ragazzi, focalizzare le conoscenze pregresse e le misconoscenze è il punto irrinunciabile per il docente che deve, proponendo situazioni problematiche, portare il ragazzo a riflettere e a creare nuove abilità e competenze.

La metodologia IBSE

Di giuseppe perpiglia 13 Ottobre 2020 0

I risultati di diverse ricerche sono impietosi: è in atto una grave diminuzione dell’interesse dei giovani verso le materie scientifiche, scienze e matematica su tutte. La metodologia IBSE (Inquiry based science education) si prefigge di invertire tale tendenza grazie all’esecuzione di esperienze laboratoriali, anche semplici, da condurre in classe o, meglio, fuori dall’aula per dare risposte concrete a domande concrete.

Il lavoro per progetti

Di giuseppe perpiglia 16 Settembre 2020 0

Riassunto:
Molto spesso abbiamo assistito alla diatriba che vedeva contrapposti fautori e denigratori dei progetti scolastici e sulla loro eventuale efficacia. La scuola non è e non deve essere un progettificio, ma affermare che i progetti non servano è ben altra cosa. Qualunque attività, nella scuola e al di fuori di essa, deve essere progettata e per questo bisogna fare in modo di progettare bene ed in modo più efficace possibile. Nell’articolo una riflessione sull’attività di progettazione.

L’autonomia: processo in fieri

Di giuseppe perpiglia 3 Settembre 2020 0

L’autonomia funzionale delle istituzioni scolastiche è legge da quasi venti anni, ma forse sarebbe opportuna una riflessione per acquisire maggiore consapevolezza sul suo significato e sugli orizzonti che è in grado di dispiegare. Essa permette al docente, a fronte di una maggiore responsabilità, di esplicitare tutte le proprie idee sui processi didattici. Permette, inoltre, all’istituzione di aprirsi al territorio per una reciproca contaminazione, rendendo la scuola stessa più viva e componente effettiva della comunità.